Dopo le anteprime a Palazzo Vecchio si ritorna in vigna

Finite le anteprime in cui sono state presentate le nuove annate e date le valutazioni di merito sulla vendemmia 2016, che ha ricevuto ben 4 stelle, stanno finendo  anche i lavori nelle vigne con le ultime potature secche e le legature. I tralci tagliati verranno poi raccolti, tritati e sparsi nel terreno durante l’aratura che viene fatta a filari alternati. Un metodo questo di concimazione che si combina con quella organica (stallatico) permettendo un nutrimento naturale dei terreni di Palazzo Vecchio con l’obbiettivo di dare qualità ai terreni e di conseguenza alla produzione delle uve.